Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
14/11/2009 - Louis Vuitton Trophy al Round Robin 2

Photo credit: Bob Grieser/outsideimages.co.nz
Louis Vuitton Trophy, Nice Côte d'Azur
Nizza, 13 nov. - Dieci nodi di vento da Nord per quella che doveva essere l’ultima giornata del RR1 del Louis Vuitton Trophy - Nice Côte d’Azur, che ha riservato grandi sorprese e ha permesso regate di altissimo livello. Il comitato non è riuscito però a completare l’ultimo match (Bmw Oracle vs Synergy) per superamento del tempo limite. Il match sarà recuperato domani mattina, prima dell’inizio del RR2.
Il formato del RR2 è stato modificato: per mancanza di tempo, infatti, si correrà mezzo girone. Questo significa che i team non correranno più sette match ciascuno (come era stato per il RR1), ma solo quattro (4). La classifica sarà divisa in due, e i quattro team di testa affronteranno (ciascuno) i quattro team in basso.

Per quanto riguarda la classifica provvisoria del RR1 troviamo al primo posto Emirates Team New Zealand: il team kiwi, infatti, perde con TeamOrigin ma – essendo stato quest’ultimo sconfitto da Azzurra – mantiene la leadership con 6 punti.
Immediatamente dopo troviamo Azzurra, il team che si è conquistato in breve tempo la stima di tutti i partecipanti. Oggi al Villaggio Regate del Louis Vuitton Trophy - Nice Côte d’Azur è arrivato il Sindaco di Nizza Christian Estrosi che è anche Ministro per l’Industria nel Governo Sarkozy: “Siamo orgogliosi che Nizza sia diventata un polo della vela”, ha detto Estrosi, complimentandosi per il lavoro e l’organizzazione, “speriamo di continuare ad organizzare altri eventi del genere. Abbiamo investito molto nella realizzazione di questa regata che vede partecipare i più importanti team del mondo. Nizza è la seconda città più importante per il turismo in Francia e abbiamo una baia perfetta per eventi del genere”.
Questa notte, in un luogo segretissimo e ‘blindato’ si terrà il Louis Vuitton Party, la festa più glam, più attesa e più ambita che esista in ambito velico.
Le regate del Louis Vuitton Trophy - Nice Côte d’Azur continuano domani, sabato 14 novembre. La partenza del primo match è fissata per le ore 09.00

1 MATCH - Bmw Oracle batte Artemis: 00.17
Artemis corre con la barca più veloce (GBR 75) e conduce in testa la prima metà della regata, ma alla fine la vittoria andrà agli americani. Bmw Oracle parte sulla destra ma il lato favorito è quello opposto, e Artemis, infatti, si allunga bene girando la prima boa con 17” di vantaggio. Bmw Oracle non molla e riduce il distacco a soli 9 secondi al cancello di poppa.
Qui le barche si separano: gli svedesi vanno a destra e gli americani a sinistra. Gli equipaggi iniziano un tacking duel ma alla fine di ogni virata sono gli americani a guadagnare e, infatti, alla layline di destra Gavin Brady effettua il ‘sorpasso’. Alla seconda boa Bmw Oracle è in testa (16”) e da quel momento difende bene il vantaggio sino all’arrivo.

2 MATCH- TeamOrigin batte ETNZ: 00.32
C’era molta attesa per questo match importantissimo ai fini della classifica che non ha deluso le aspettative. I kiwi subiscono la loro prima sconfitta dall’inizio del RR1 dopo una bella e combattuta regata: I due equipaggi si conoscono bene dato che Ben Ainslie, skipper per TeamOrigin, ha fatto da timoniere sulla barca ‘B’ dei kiwi durante la scorsa Coppa di Valencia. Nel prestart le barche si studiano da vicino con qualche circling poi si separano allo start: i kiwi vogliono la sinistra, Ainslie taglia in battello comitato.
Il vento darà ragione agli inglesi che guadagnano subito qualche metro di vantaggio. A nulla valgono i tentativi, molto aggressivi, di Dean Barker di ribaltare la situazione, infilandosi interno alla boa: TeamOrigin mantiene i nervi saldi e il controllo della regata. Alla prima boa il suo vantaggio è di 21 secondi che scendono 11 al cancello e ritornano a 17 alla seconda boa al vento. Impossibile per i kiwi cambiare le sorti del match che va meritatamente al bravissimo equipaggio britannico.

3 MATCH- Azzurra batte TeamOrigin: 01.00
Che match! Azzurra merita un doppio applauso, per aver vinto e per non avere mai mollato, nonostante la penalità, nonostante lo svantaggio. La barca italiana parte bene sulla destra del campo dopo un prestart ‘teso’ e serrato. Gl’inglesi, d’altronde, puntavano alla vittoria per aggiudicarsi la testa della classifica nel RR1... Quando le barche incrociano, Ben Ainslie è bravissimo ad infilarsi sottovento allo yacht italiano; una volta in quella posizione orza deciso. Azzurra è lenta nella risposta e gli Umpire alzano bandiera rossa. Questo significa che bisogna pagare la penalità immediatamente. Cosa che Bruni & Co fanno, perdendo secondi preziosi alla boa (32”).
La regata sembra irrimediabilmente compromessa, ma gli inglesi fanno un terribile errore nella poppa, permettendo ad Azzurra di allontanarsi molto sulla destra del campo. Quando vanno a coprire, la barca italiana è già avanti e gira in cancello in testa (56”). Gli italiani mantengono il vantaggio e girano la seconda boa al vento 49” avanti. Ben Ainslie cerca in tutti i modi di recuperare nell’ultima poppa, ma inutilmente. Azzurra vince un grandissimo match.

4 MATCH - Bmw Oracle vs Synergy: regata cancellata
Poco da dire di un match che ha visto Bmw Oracle in testa – nonostante Synergy si sia difeso molto bene – sino all’ultima poppa. Un calo di vento non ha permesso al team americano di concludere l’ultimo lato nei 20 minuti previsti e il Comitato ha dovuto cancellare la regata

CLASSIFICA PROVVISORIA RR1
1) ETNZ, 6/1
2) AZZURRA, 6/1
3) TEAMORIGIN, 5/2
4) BMW ORACLE, 3/3
5) ARTEMIS, 3/4
6) SYNERGY, 2/4
7) ALL4ONE, 2/5
8) TFS PAGES JAUNES, 0/7

Ufficio Stampa Louis Vuitton Trophy
Articoli correlati: Louis Vuitton Trophy
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo Velscaf
Logo Centro Velico Caprera
Logo Sud Ovest
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2012 / Velanet