Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
30/06/2007 - Alinghi vince ancora: 4 a 2

©ACM 2007/Photo:Guido Trombetta
Valencia - Alinghi vince il sesto match e, con quattro punti in cartellone, si posiziona ad un passo dalla difesa della 32ma America's Cup. Al team di Ernesto Bertarelli basta vincere la regata di domani per assicurare il pi√Ļ antico trofeo della storia dello sport alla Soci√©t√© Nautique de Gen√®ve, l'attuale circolo Defender.
Emirates Team New Zealand, per√≤, si sta rivelando un avversario molto pi√Ļ pericoloso del previsto e lotter√† sino all'ultimo secondo per effettuare una rimonta di cui sa di essere capace.

Moltissimi gli spettatori, sia in mare sia a terra per assistere al match odierno che non ha certamente deluso le aspettative. La regata di oggi si è corsa con sole, mare piatto e brezza leggera intorno a 10 nodi da ESE, abbastanza stabile sul campo di regata. E proprio grazie alla brezza stabile, la regata è rimasta aperta sino alla fine, regalando momenti di emozione e di grande tensione.

Match 6 - Alinghi batte Emirates Team New Zealand
DELTA 00.28
Dopo un breve dial up, le barche si inseguono nel box di prepartenza e al colpo di pistola Alinghi taglia in battello Comitato, mentre Emirates Team New Zealand parte centrale. Le barche avanzano 'neck to neck' mure a dritta, con Alinghi sulla destra di NZL 92. Il Defender riesce a sopravvivere nella posizione di sopravvento a lungo, ma poi è costretto a virare verso la destra del campo, perché disturbato dalla turbolenza delle vele di NZL 92. Le posizioni cambiano spesso, secondo la pressione del vento sull'acqua, ma Barker recupera sulla sinistra e all'incrocio è avanti. A questo punto prosegue fino alla layline di sinistra prima di effettuare la virata decisiva per la boa, mentre Alinghi è costretto a 2 virate extra. Alla prima boa ETNZ è avanti per 14 secondi.
La poppa è estremamente combattuta con una serie di attacchi e di separazioni. Il Defender è capace di un ottimo recupero navigando alto e potente ma Barker e Hutchinson fanno un eccellente lavoro, riuscendo a mantenere il vantaggio fino al cancello, passato 11 secondi avanti.
ETNZ sceglie la sinistra per la seconda bolina mentre Alinghi opta per la destra. Gli scafi si separano molto lateralmente (oltre 400 metri) e lì si riapre la regata: Alinghi infatti recupera sulla destra, presentandosi al primo incontro con una sola lunghezza di svantaggio. Nel tack duel che segue, Alinghi guadagna sempre qualcosa e all'ennesimo incontro, i kiwi si posizionano sottovento e paralleli a SUI 100, sperando di costringere Baird a virare ma non ci riescono e la situazione si capovolge in favore del Defender alla seconda boa di bolina, girata avanti per 16 secondi.
L'ultima e decisiva poppa, vede gli equipaggi impegnati in una serie di strambate sul filo del rasoio e della tensione. ETNZ forza l'avversario in continue manovre ma a bordo della barca Defender non ci sono errori, né incertezze. Alinghi gioca bene con il vento e con l'avversario, coprendo tutte le sue manovre e mantenendo, contemporaneamente, il vantaggio acquisito.
Il finale è molto teso con ETNZ che recupera moltissimo a pochi metri dal traguardo ma non trova spazio per la rimonta e lascia il passo al Defender anche in questa regata.

AmericasCupMedia
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo Riviera Vento
Logo Sud Ovest
Logo Ala Charter
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2023 / Velanet